Questo sito utilizza cookie. Per avere più informazioni e conoscere i cookie utilizzati clicca qui. Accedendo a questo sito e cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie. Chiudi
IL GIOCO È RISERVATO AI MAGGIORENNI E PUÒ CAUSARE DIPENDENZA

Probabilità di vincita disponibili sul sito www.aams.gov.it e nella sezione Prodotti.
Profilo Aziendale | Area Prodotti | Gioca Responsabile | Contatti | Area Gestore | Area Esercente | Compliance Normativa | Informativa Privacy
           Apparecchiature VLT
 
VLT

Le VLT sono apparecchi rientranti nella classificazione di cui all’art. 110, comma 6, lettera b) del T.U.L.P.S..

Una descrizione delle caratteristiche cui deve rispondere questa tipologia di apparecchi è ricavabile dalla documentazione ufficiale di AAMS e potrebbe essere riassunta nei seguenti punti:

  1. Il costo massimo della singola partita è pari a euro 10,00 (dieci/00), con una posta minima di gioco di 0,5 euro;
  2. Il pagamento può avvenire tramite:
    • monete e/o banconote;
    • tecnologie basate su sistemi di ticket;
    • carte prepagate;
    • conti di gioco nominativi utilizzabili attraverso smart card;
    • la ricollocazione in gioco dei crediti precedentemente vinti.
  3. La vincita massima consentita, ad esclusione del jackpot, per ciascuna partita è pari ad euro 5.000,00 (cinquemila/00); le vincite validate dal sistema di gioco sono erogate direttamente in sala, sino ad un massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00); le vincite superiori all'importo di euro 5.000,00 (cinquemila/00) sono erogate a cura del concessionario secondo modalità che saranno esposte al pubblico nella sala ovvero sull'apparecchio videoterminale; la contabilizzazione e l'erogazione delle vincite superiori ad euro 500,00 (cinquecento/00) assicurano il rispetto della vigente disciplina in materia di antiriciclaggio.
  4. La percentuale delle somme giocate destinate alle vincite non può essere inferiore all'85%

Sugli apparecchi di questa tipologia è possibile prevedere un Jackpot che deve rispondere ai requisiti di seguito elencati:
  1. I criteri di accantonamento degli importi destinati al jackpot sono definiti dal sistema di gioco tenendo conto che gli importi in questione sono ricompresi nella percentuale della raccolta di gioco destinata a vincita in misura non superiore al 4% della raccolta di gioco complessiva;
  2. la distribuzione del jackpot può avvenire:
    • a livello di singola sala, anche con riferimento al singolo gioco; in questo caso l'esito vincente è relativo ad una puntata effettuata su uno degli apparecchi vidoterminali installati presso la sala interessata;
    • a livello di sistema di gioco in questo caso concorrono alla distribuzione del jackpot tutti gli apparecchi videoterminali collegati al sistema di gioco.
  3. L'importo massimo del jackpot relativo a ciascuna sala è pari ad euro 100.000,00 (centomila/00).
  4. L'importo massimo del jackpot relativo a ciascun sistema di gioco è pari ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00).

Tali apparecchi del tipo comma 6 b) non sono installabili in qualsiasi esercizio pubblico ma solo in:
  1. sale bingo di cui al decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 31 gennaio 2000, n. 29, che abbiano uno spazio dedicato al gioco con gli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, del T.U.L.P.S., in misura non superiore ad 1/3 della superficie attualmente adibita allo svolgimento del gioco del bingo;
  2. agenzie per l'esercizio delle scommesse su eventi sportivi, diversi dalle corse dei cavalli, e su eventi non sportivi di cui al decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 1 marzo 2006, n. 111, la cui convenzione tipo è stata approvata con decreto direttoriale 2006/22503/Giochi/UD del 30 giugno 2006;
  3. agenzie per l'esercizio delle scommesse a totalizzatore e a quota fissa sulle corse dei cavalli di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 aprile 1998, n. 169, la cui convenzione tipo è stata approvata con decreto interdirettoriale 2006/16109 del 12 maggio 2006;
  4. negozi di gioco di cui all'articolo 38, commi 2 e 4 del decreto-legge del 4 luglio 2006, n. 223, aventi come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblici;
  5. e. sale pubbliche da gioco allestite specificamente per lo svolgimento del gioco lecito prevedendo un'area separata per i giochi riservati ai minori;
  6. esercizi dediti esclusivamente al gioco con apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6 del T.U.L.P.S.


Anche per le VLT è attivo un piano di contingentamento e rigorosi criteri di compatibilità dell’allestimento dei locali, per i cui dettagli si rimanda alla normativa AAMS citandone solo alcuni tra i più importanti:
  1. Il rapporto tra la superficie della sala ed il numero di apparecchi videoterminali dovrà rispettare i seguenti requisiti: Classe di mq Valori Da 50 a 100 mq sino a 30 VLT Tra 101 e 300 mq sino a 70 VLT Oltre 300 mq sino a 150 VLT.
  2. Le sale devono essere dotate di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso.
  3. Ai fini dell'esercizio della raccolta del gioco, nelle sale di cui al comma 1, costituisce requisito indispensabile il possesso, da parte dei titolari delle sale stesse, della licenza di cui all'articolo 88 del T.U.L.P.S.


Probabilità di vincita

Per informazioni dettagliate sulla probabilità di vincita con gli apparecchi VLT - apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, lettera b) del Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773, si invita a consultare il sito AAMS all’apposita sezione.
  Link utili

Normativa di riferimento:
www.aams.it


Per la probabilità di vincita VLT:
www.aams.it
 
  Messaggio di avvertimento ai sensi del DL 13/09/2012, n. 158 e s.m.i.    
 
Sede legale   Dati societari      
NTS NETWORK S.p.A.
Corso Monforte, 2
20122 Milano
  Capitale sociale € 4.000.000,00
P.IVA 08026690969
REA 1998254
     
NTS Network - tutti i diritti riservati Profilo Aziendale | Area Prodotti | Gioca Responsabile | Contatti | Area Gestore | Area Esercente | Compliance Normativa | Informativa Privacy